Discussione:
Il Futuro? PD vs. Lega Nord
(troppo vecchio per rispondere)
tulipano
2008-11-10 20:43:27 UTC
Permalink
Nessuna grande mente del giornalismo o penna
dell'intellighenzia ci parla mai del futuro politico,
anche non troppo lontano, dell'Italia.

Invece io lo trovo un argomento estremamente
interessante.

La mia visione del futuro prende spunto anche dalle
recentissime elezioni trentine che credo ci insegnino
molto.

Pongo l'inizio del futuro che vado a prefigurare
all'uscita di Berlusconi dalla scena politica.

Che sia per vecchiaia o per la salita al Colle.

Il futuro io lo prefiguro così.

Nel centro-sinistra il processo di costituzione del PD
come monopartito del centro-sinistra sarà assestato,
completato e ormai assodato.

L'Italia dei valori sarà già stata lasciata a correre da
sola alle elezioni e sarà scomparsa. Abbiamo visto nelle
elezioni trentine come l'IdV, ora sentita come forza
riottosa e non più alleata del PD, ha perso molti voti.
Il PD avrà gioco facile a non farla alleato e a
prenderne i voti.

I voti della sinistra estrema saranno già da tempo in
parte catalizzati dal PD e in parte persi nel non voto.

A sinistra quindi pochi scossoni.

Nel centro-sinistra tolta la figura di Berlusconi sarà
serio ridimensionamento di voti del PdL (Forza Italia +
Alleanza Nazionale).

Abbiamo visto nelle elezioni trentine come la mancanza
di una discesa in campo di Berlusconi in prima persona
nella campagna elettorale locale abbia causato una
sensibile perdita di voti.

La Lega Nord avanzerà ancora, sia per il
ridimensionamento del PdL senza guida e linea forte, sia
perché problemi come l'immigrazione selvaggia si
acuiranno e idee come federalismo ed autonomia
diverranno via via più radicati e "normali" (15 anni fa
un federalista era uno che voleva "spaccare
l'italia"...).

Come abbiamo visto nelle ultime elezioni politiche la
Lega Nord grazie al suo forte incremento ha "salvato" il
PdL permettendo la vittoria della coalizione e come
abbiamo visto nelle elezioni trentine la Lega Nord oltre
a crescere ulteriormente ha addirittura superato il PdL.

Il futuro quindi io lo vedo con un PD nazionale e un
centro-destra con Lega Nord molto forte e assolutamente
maggioritaria nel centro-destra al Nord e un PdL al
Centro-Sud. Non escludo addirittura una Lega Nord
egemone al Nord, alleata solo sul Centro-Sud con il PdL.

Non dimentichiamo che prima della discesa in politica di
Berlusconi la Lega Nord era talmente cresciuta di
consensi da conquistare non (solo) le valli bergamasche
o bresciane ma la città di Milano (che di radici celto-
liguri ne ha perse parecchie).
E' proprio la figura di Berlusconi ad aver distolto voti
alla Lega Nord. Voti che Forza Italia o PdL in sé e per
sé non sembrano capaci di trattenere senza la figura di
Berlusconi, per cui considerando che Berlusconi non è
eterno (credo), le cose non potranno che cambiare.

Non è inoltre neppure credibile la salita di un nuovo
leader del PdL a distogliere ancora voti alla Lega Nord.

Penso che nessuno creda ragionevolmente ad un PdL in
grado di fare incetta di voti guidato da un Fini che si
presenta poco sorridente, centralista e debole anche su
temi "facili" del centro-destra: propose a più riprese
l'accorciamento dei tempi per dare il voto agli
immigrati.

Né altri candidati si vedono all'orizzonte. Di sicuro
non casini messo alla porta della coalizione e che
adesso si trastulla offrendosi nelle elezioni locali
(Trentino compreso) al miglior offerente (offerte
politiche naturalmente, non sia mai...).

Quindi PD contro Lega Nord al Nord e PdL al Centro-Sud?

A voi i commenti su queste mie riflessioni e previsioni.
Maurizio Pistone
2008-11-11 08:08:26 UTC
Permalink
Post by tulipano
Pongo l'inizio del futuro che vado a prefigurare
all'uscita di Berlusconi dalla scena politica.
Che sia per vecchiaia o per la salita al Colle.
quanto alla vecchiaia, è già vecchio adesso.

La presidenza della Repubblica sarebbe una catastrofe. Non come Pinochet
che si aggrappa al potere dopo il ritorno della democrazia in Cile, ma
poco ci manca.
Post by tulipano
La Lega Nord avanzerà ancora, sia per il
ridimensionamento del PdL senza guida e linea forte, sia
perché problemi come l'immigrazione selvaggia si
acuiranno ...
prima o poi qualcuno si dovrà accorgere che la destra non è
assolutamente in grado (non lo è mai stata) di controllare
l'immigrazione, né "selvaggia" né addomesticata
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it http://www.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
marloc
2008-11-16 15:06:57 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by tulipano
La Lega Nord avanzerà ancora, sia per il
prima o poi qualcuno si dovrà accorgere che la destra non è
assolutamente in grado (non lo è mai stata) di controllare
l'immigrazione, né "selvaggia" né addomesticata
E chi mai di grazia se ne dovrebbe accorgere?
Gli indottrinati di Striscia la Notizia che vedono nel benzinaro che gli
spazza quattro litri di super l'unico vero problema nazionale?
Oppure la classe operaia (esiste ancora?) convinta che il problema stia
tutto nell'avvento dell'Euro voluto da Prodi (sic)?
O magari il palazzinaro che piazza l'immigrato a fare il lavoro di
impalcatura e se gli crepa pazienza?
La destra ha l'immenso atout di adattarsi perfettamente al mondo
anti-materia descritto dai mezzi di informazione a cui fa da referente
politico; il massimo dell'autoreferenzialita'.
E non vedo grossi cambiamenti all'orizzonte...

m
--
Ever noticed that people who believe in Creationism look really unevolved?
- Bill Hicks

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Mattia
2008-11-11 08:36:02 UTC
Permalink
Post by tulipano
Quindi PD contro Lega Nord al Nord e PdL al Centro-Sud?
ma hai letto i risultati dei singoli partiti???
il pd ha perso il 12%, in favore dell'ex margherita!!!

questo vuol dire 2 cose:
Il pd in trentino non esiste più, ma è una coalizione pd + margherita.
In trentino non si vuole votare veltroni o non piace il pd.

A livello nazionale sarebbe anche più preoccupante, perchè un partito
come come upt non c'è, e non ci potrebbe nemmeno essere.

Futuro? io vedo un'alleanza con casini, la morte definitiva del pd e
del centro sinistra in generale.
Cuffaro ministro della giustizia :-(
Mr. X
2008-11-12 12:51:03 UTC
Permalink
Post by Mattia
Post by tulipano
Quindi PD contro Lega Nord al Nord e PdL al Centro-Sud?
ma hai letto i risultati dei singoli partiti???
il pd ha perso il 12%, in favore dell'ex margherita!!!
minchia, che stordito...
l'ex margherita, rafforzata dalla presenza del presidente in carica,
persona famosa, evidentemente, nella regione, non è confluita nel pd,
quindi questi non può che averne risentito.
Se Berlusconi si fosse presentato con una "Lista Berlusconi",
contemporaneamente a FI, evidentemente FI avrebbe perso parecchi
punti.
Post by Mattia
Il pd in trentino non esiste più, ma è una coalizione pd + margherita
ininfluente, se si presentano assieme in una elezione locale.
Post by Mattia
A livello nazionale sarebbe anche più preoccupante, perchè un partito
come come upt non c'è, e non ci potrebbe nemmeno essere.
ininfluente2
Post by Mattia
Futuro? io vedo un'alleanza con casini, la morte definitiva del pd e
del centro sinistra in generale.
allenza con Casini = morte del centrosinistra
queste considerazioni sono da ultras, non hanno niente a che vedere
con la politica.

Mr. X
Mattia
2008-11-12 15:03:01 UTC
Permalink
Post by Mr. X
Post by Mattia
A livello nazionale sarebbe anche più preoccupante, perchè un partito
come come upt non c'è, e non ci potrebbe nemmeno essere.
ininfluente2
LOL
Post by Mr. X
Post by Mattia
Futuro? io vedo un'alleanza con casini, la morte definitiva del pd e
del centro sinistra in generale.
allenza con Casini = morte del centrosinistra
queste considerazioni sono da ultras, non hanno niente a che vedere
con la politica.
C.V.D.
Già rinunciato a cambiare la legge elettorale? O pensi che casini
confluisca nel pd?
PEr fortuna che non conti nulla.
Mr. X
2008-11-13 14:59:07 UTC
Permalink
Post by Mattia
Post by Mr. X
Post by Mattia
ma hai letto i risultati dei singoli partiti???
il pd ha perso il 12%, in favore dell'ex margherita!!!
minchia, che stordito...
l'ex margherita, rafforzata dalla presenza del presidente in carica,
persona famosa, evidentemente, nella regione, non è confluita nel pd,
quindi questi non può che averne risentito.
Se Berlusconi si fosse presentato con una "Lista Berlusconi",
contemporaneamente a FI, evidentemente FI avrebbe perso parecchi
punti.
bene, qui non hai avuto niente da dire, quindi forse l'hai capita...
Post by Mattia
Post by Mr. X
Post by Mattia
A livello nazionale sarebbe anche più preoccupante, perchè un partito
come come upt non c'è, e non ci potrebbe nemmeno essere.
ininfluente2
LOL
certo, dovresti anche capirla...
Post by Mattia
Post by Mr. X
Post by Mattia
Futuro? io vedo un'alleanza con casini, la morte definitiva del pd e
del centro sinistra in generale.
allenza con Casini = morte del centrosinistra
queste considerazioni sono da ultras, non hanno niente a che vedere
con la politica.
C.V.D.
DDT
Post by Mattia
Già rinunciato a cambiare la legge elettorale? O pensi che casini
confluisca nel pd?
semplicemente ridicolo fare calcoli adesso a 4 anni e mezzo dalle
prossime elezioni.
L'unica cosa che non si capisce è la tua equazione.
Post by Mattia
PEr fortuna che non conti nulla.
:-)))
quanto sei pirla...

Mr. X
tonto
2008-11-13 15:36:59 UTC
Permalink
Post by Mr. X
allenza con Casini = morte del centrosinistra
queste considerazioni sono da ultras, non hanno niente a che vedere
con la politica.
Allo stato attuale PD+Casini=PD...
Mr. X
2008-11-13 23:00:31 UTC
Permalink
Post by tonto
Post by Mr. X
allenza con Casini = morte del centrosinistra
queste considerazioni sono da ultras, non hanno niente a che vedere
con la politica.
Allo stato attuale PD+Casini=PD...
dipende dal punto di vista nel quale ti collochi...

Mr. X
tonto
2008-11-14 05:00:48 UTC
Permalink
Post by Mr. X
Post by tonto
Allo stato attuale PD+Casini=PD...
dipende dal punto di vista nel quale ti collochi...
Certo, in un paese di 10 abitanti Casini fa la differenza.

Questi dibattiti post-elettorali conciliano il sonno....
giovanni2
2008-11-11 09:50:18 UTC
Permalink
Post by tulipano
elezioni trentine come l'IdV, ora sentita come forza
riottosa e non più alleata del PD, ha perso molti voti.
da 1.5 a 2.8%. E nel 2003 era da solo e oggi alleato. Informarsi prima
di parlare, please.
Post by tulipano
Il PD avrà gioco facile a non farla alleato e a
prenderne i voti.
Nel centro-sinistra tolta la figura di Berlusconi sarà
serio ridimensionamento di voti del PdL (Forza Italia +
Alleanza Nazionale).
peccato che quest' esercizio di fantapolitica si basi su 2 presupposti
indimostrati:
1) Berlusconi si ritira
2) i mass media di berlusconi non saranno monoliticamente filoAN come
furono già prima della discesa in campo del nano, quando aiutarono un
fascista puro (che ancora il MSI c'era) a prendere, da solo, il 45%
dei voti alle comunali di Roma
Post by tulipano
Abbiamo visto nelle elezioni trentine come la mancanza
di una discesa in campo di Berlusconi in prima persona
nella campagna elettorale locale abbia causato una
sensibile perdita di voti.
e questa è una costante di tutte le elezioni locali, in cui raramente
il nano si impegna....
Post by tulipano
La Lega Nord avanzerà ancora, sia per il
ridimensionamento del PdL senza guida e linea forte, sia
perché problemi come l'immigrazione selvaggia si
acuiranno
se la gente è idiota e continua a votare le prime cause di quel
problema (la legge Bossi-Fini è una legge fatta per produrre
clandestini, non per bloccare l'immigrazione), che si impicchi pure
votando Lega.
Post by tulipano
Il futuro quindi io lo vedo con un PD nazionale e un
centro-destra con Lega Nord molto forte e assolutamente
maggioritaria nel centro-destra al Nord e un PdL al
Centro-Sud. Non escludo addirittura una Lega Nord
egemone al Nord, alleata solo sul Centro-Sud con il PdL.
come nel 1994. Azz', bel futuro...
Post by tulipano
E' proprio la figura di Berlusconi ad aver distolto voti
alla Lega Nord. Voti che Forza Italia o PdL in sé e per
sé non sembrano capaci di trattenere senza la figura di
Berlusconi, per cui considerando che Berlusconi non è
eterno (credo), le cose non potranno che cambiare.
tornare a 15 anni fa è cambiare?
Post by tulipano
Non è inoltre neppure credibile la salita di un nuovo
leader del PdL a distogliere ancora voti alla Lega Nord.
perchè, 3 mesi prima della discesa in campo era credibile Berlusconi?
No, ma aveva le tv, e tanto è bastato a lui e tanto basterà a chi
designerà come successore
Post by tulipano
Penso che nessuno creda ragionevolmente ad un PdL in
grado di fare incetta di voti guidato da un Fini che
da solo, da missino (ergo fascista puro, senza nessuna ripulita),
prese il 47% alle comunali di Roma. E mr. croce celtica al collo
Alemanno ha battuto Rutelli. Perchè con un adeguato supporto mediatico
i fascisti duri e puri non vincerebbero le elezioni?
Mr. X
2008-11-12 12:46:31 UTC
Permalink
Post by giovanni2
Post by tulipano
elezioni trentine come l'IdV, ora sentita come forza
riottosa e non più alleata del PD, ha perso molti voti.
da 1.5 a 2.8%. E nel 2003
le politiche 2008 sono di pochi mesi fa, svegliati.
Post by giovanni2
Post by tulipano
Il PD avrà gioco facile a non farla alleato e a
prenderne i voti.
Nel centro-sinistra tolta la figura di Berlusconi sarà
serio ridimensionamento di voti del PdL (Forza Italia +
Alleanza Nazionale).
peccato che quest' esercizio di fantapolitica si basi su 2 presupposti
1) Berlusconi si ritira
entro due legislature, di sicuro.

Mr. X
giovanni
2008-11-12 15:57:04 UTC
Permalink
Post by Mr. X
Post by giovanni2
Post by tulipano
elezioni trentine come l'IdV, ora sentita come forza
riottosa e non più alleata del PD, ha perso molti voti.
da 1.5 a 2.8%. E nel 2003
le politiche 2008 sono di pochi mesi fa, svegliati.
quando tu ti sarai reso conto che le elezioni locali non c'entrano
niente con le politiche. Quindi posso dormire altri 100 anni
Mr. X
2008-11-13 14:50:26 UTC
Permalink
Post by giovanni
Post by Mr. X
le politiche 2008 sono di pochi mesi fa, svegliati.
quando tu ti sarai reso conto che le elezioni locali non c'entrano
niente con le politiche.
ronfronfronf
tonto
2008-11-11 19:01:43 UTC
Permalink
Post by tulipano
Non dimentichiamo che prima della discesa in politica di
Berlusconi la Lega Nord era talmente cresciuta di
consensi da conquistare non (solo) le valli bergamasche
o bresciane ma la città di Milano (che di radici celto-
liguri ne ha perse parecchie).
La sinistra a Milano all'inizio degli anni 90 era famosa per due nomi: Craxi
e Leoncavallo.
Non dimentichiamo nemmeno questo...
darik
2008-11-11 20:38:40 UTC
Permalink
Che sia per vecchiaia o per la salita al Colle....
ci sarebbe un solo colle degno di costui: il golgota...
con l'opzione per a destra o a sinistra di quello al centro. >:|
sicuramente la scelta cadrebbe sulla destra :-)
Il futuro io lo prefiguro così..........cut
se tu avessi scritto semplicemente: "nero" :'(
avresti avuto maggiore probabilità di azzeccare la previsione.
darik :')
--
socio del:
http://it.groups.yahoo.com/group/gruppo_laico_valdisieve/
tonto
2008-11-17 17:41:30 UTC
Permalink
Post by tulipano
Quindi PD contro Lega Nord al Nord e PdL al Centro-Sud?
E' di oggi un'intervista a Penati (Presidente della provincia di Milano,PD)
su dnews www.dnews.eu

----
«Expo e Malpensa, fronte tra Pd e Lega contro il governo che snobba il Nord»

Mano tesa>> Il presidente della Provincia di Milano: «Quanti rospi per il
Carroccio, partiamo dalla Lombardia»
----
Sotto le guglie della capitale morale d'Italia c'è chi sta iniziando a
subodorare aria di fregatura. Per i quattrini dell'Expo, che non ci sono o
che «finiscono a Catania»; per la bistrattata Malpensa; e ora anche per lo
stesso Duomo, lasciato a bocca asciutta dalla Finanziaria . Ma come, si sta
chiedendo qualcuno a Milano: la Lega a Roma non doveva essere una garanzia?
Il presidente della Provincia, il democratico Filippo Penati, lo ripete da
mesi: «Questo governo continua a penalizzare il Nord, Bossi si è
accontentato della promessa sul federalismo e oggi si trova in trappola». Da
qui la proposta: una "santa alleanza" tra Pd e Carroccio su alcuni temi
vitali.

Presidente Penati, il sogno del "Nord al potere" è già finito?

Molti annunci e pochi risultati: per Milano questi primi sei mesi di governo
potrebbero essere riassunti così. L'accordo elettorale tra Lega e
centrodestra è stato fatto sulla base del federalismo fiscale: ora il
rischio è che questo arrivi tra dieci anni, e che nel mentre passino tutte
le scelte che ci penalizzano.

Partiamo da Malpensa.

Qui siamo di fronte al totale abbandono, al punto più alto della crisi tra
governo e il Nord. Abbiamo chiesto che le rotte non esercitate da Cai siano
destinabili ad altre compagnie e non solo questo non sta avvenendo, ma alla
neonata compagnia si sta dando persino la garanzia che sulle tratte lasciate
libere non ci sarà alcuna concorrenza. Per lo scalo non esiste alcuna
prospettiva.

E l'Expo 2015? Lo stesso sottosegretario alle infrastrutture, Roberto
Castelli, si trova costretto ad ammettere che il piatto piange.

È la legge del contrappasso: è proprio a un leghista che tocca venire a
Milano a dirci che per l'Expo non ci sono quattrini. Nei prossimi tre anni
arriveranno solo 140 milioni di euro, una cosa ridicola: poi uno pensa ai
150 finiti a Catania ed è chiaro che qualcosa non torna. Adesso c'è chi sta
ventilando una tassa di scopo sulle infrastrutture: per i milanesi sarebbe
una vera beffa, si vogliono mettere le mani nelle loro tasche per realizzare
quanto manca alla città. Una vera bestemmia politica.

Ci sono solo Expo e Malpensa?

Certo che no: tagli al Duomo, tagli al bilancio 2009 della Scala. Sono
ambiti di forte difficoltà, dove non si vedono i risultati inizialmente
garantiti. Sulla sicurezza, poi, erano stati promessi 600 agenti di polizia:
siamo ancora con i militari dell'esercito a fare da tampone. E poi la
riforma Gelmini, che coi suoi tagli ragionieristici colpirà plessi
scolastici pedemontani e montani di interesse per la Lega. Per Bossi sarà un
altro elemento d'attrito con Roma.

Il Carroccio sta soffrendo?

Sulla carta la Lega doveva essere forte e invece sta pagando un prezzo
altissimo. Assieme a Milano e alla Lombardia.

E lei che è del Pd cosa propone?

Con la Lega ci sono le condizioni per delle iniziative comuni: d'altronde, è
già accaduto che emendamenti e ordini del giorno venissero sottoscritti da
entrambi i partiti.

E come si immagina questo fronte?

Su singoli temi e specificità come l'Expo e Malpensa, Lega e Pd possono
condurre una battaglia comune per incalzare il governo. Entrambi, ad
esempio, ci opponiamo all'ipotesi della tassa di scopo e se i miliardi di
investimenti per l'Expo non saranno garantiti si dirà assieme che il governo
sta sabotando il 2015.

Insomma, a letto col nemico.

Dobbiamo prendere atto della realtà: il Pd, che al suo interno ha
l'autonomia di un partito federale, è tecnicamente solo all'opposizione e
non ha i numeri per cambiare le cose. La Lega, dal canto suo, è soffocata e
deve svincolarsi dal giogo del governo romano. Possiamo partire proprio
dalla Lombardia.

Continua a leggere su narkive:
Loading...