Discussione:
Ultimo sondaggio per le regionali siciliane
(troppo vecchio per rispondere)
Namib
2012-10-23 11:27:40 UTC
Permalink
Nihil sub sole novi. Grillo all'8,5%, btw. Alla fine, alle politiche non
andrà oltre il 10%.

http://www.palermotoday.it/politica/elezioni/regionali-sicilia-2012/sondaggio-datamonitor-blogsicilia-musumeci-avanti-11-ottobre-2012.html

Regionali Sicilia 2012, sondaggio Datamonitor: Musumeci avanti ma un
elettore su due è indeciso

Ultima rilevazione prima del divieto di divulgare sondaggi riguardanti
l'esito delle elezioni regionali. Da quanto emerge dall'ultimo sondaggio
Datamonitor, commissionato da BlogSicilia, per la Presidenza della
Regione, a diciassette giorni dal voto sarebbe corsa a due tra Nello
Musumeci (33%) e Rosario Crocetta (30,5). Ma con un dato che rende
ancora più fragile e in bilico ogni ragionamento: il 44,1% degli
intervistati è risultato indeciso o ha detto che non voterà. Percentuale
che arriva addirittura al 48,2% nel caso dei partiti/liste.

PRESIDENZA. Il candidato di Pdl, Pid, La Destra e Adc sarebbe al 33%,
+1% rispetto alla rilevazione del 4 ottobre. Guadagna mezzo punto
percentuale anche Rosario Crocetta (Pd, Udc e Api) portandosi al 30,5%.
Più staccato il candidato di Grande Sud, Partito dei siciliani-Mpa e
Fli-Nuovo polo, Gianfranco Miccichè, che conferma il 17% di sette giorni
fa. Quarto Giancarlo Cancelleri (Movimento 5 Stelle), che sale al 7,5%
(+0,5%). Perde terreno Giovanna Marano (Idv, Sel, Fds e Verdi) che
scende al 6,5% (-1%). Seguono Mariano Ferro (Forconi, al 2%) e Cateno De
Luca (Rivoluzione siciliana, 1,5%). Altri candidati al 2%.

LISTE. Secondo quanto rilevato, sono otto le liste che oggi
supererebbero lo sbarramento del 5 per cento regionale: Pd (18,5%), Pdl
(18%), Udc (9%), Partito dei siciliani-Mpa (9%), Movimento Cinque stelle
(8,5%), Lista Musumeci (7%), Grande Sud (5,5%) e Lista Crocetta (5,5%).
Di poco al di sotto la soglia minima per accedere all'Ars, ci sarebbero
invece la Lista Fava Sel-Fds-Verdi al 4%, Cantiere popolare (3,5%) e Idv
(3,5%).
--
Namib
--
I have examined maps of the city with the greatest care, yet have never
again found the Rue d'Auseil (HPL)
tonto
2012-10-23 16:28:58 UTC
Permalink
Post by Namib
LISTE. Secondo quanto rilevato, sono otto le liste che oggi
supererebbero lo sbarramento del 5 per cento regionale: Pd (18,5%), Pdl
(18%), Udc (9%), Partito dei siciliani-Mpa (9%), Movimento Cinque stelle
(8,5%), Lista Musumeci (7%), Grande Sud (5,5%) e Lista Crocetta (5,5%).
Di poco al di sotto la soglia minima per accedere all'Ars, ci sarebbero
invece la Lista Fava Sel-Fds-Verdi al 4%, Cantiere popolare (3,5%) e Idv
(3,5%).
Praticamente quasi solo destra e, mi pare, percentuali in qualche modo
proporzionali al numero di inquisiti.
Forse sono ancora un po' scioccato da Report ma credo che un così alto
numero di precari della PA possa spiegare questi risultati.
Per superare la situazione di ricatto bisognerebbe sistemarli tutti e
concedere l'indipendenza alla Sicilia come stato indipendente.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
edevils
2012-10-23 16:50:48 UTC
Permalink
On Tue, 23 Oct 2012 18:28:58 +0200, ***@tonto.it (tonto) wrote:
...
Post by tonto
concedere l'indipendenza alla Sicilia come stato indipendente.
Suona tanto come se ti volessi liberare della Sicilia. Ma magari ho
capito male :)
tonto
2012-10-24 15:55:25 UTC
Permalink
Post by edevils
Suona tanto come se ti volessi liberare della Sicilia. Ma magari ho
capito male :)
Ma no, è tutto uno psico-complotto mediatico: i candidati del PD
somigliavano in maniera inquietante alle comparse dei film di mafia
americani...
La Gabanelli vuole convincerci che in Sicilia c'è la mafia che manovra i
precari ma fra un po' la fanno fuori.

Qualcosa del genere è successo anche nel comune di Milano: per anni hanno
tappato i buchi con centinaia di precari poi, prima delle elezioni, hanno
fatto assunzioni a tempo indeterminato di raccomandati e da allora quei
precari sono rimasti a casa.

Vedremo come funziona in Sicilia, l'esito è tutt'altro che scontato.

Se pensi ad esempio che precari laureati girano il web a tessere le lodi
di Ichino, di Morando e di Renzi c'è da chiedersi se sia Sindrome di
Stoccolma o se li tengano per le palle.

Me li immagino con un ciccione vestito di Armani che gli ripassa la
lezione con aria minacciosa tra le banchine del porto.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
lefthand
2012-10-27 20:20:53 UTC
Permalink
Post by Namib
Nihil sub sole novi. Grillo all'8,5%, btw. Alla fine, alle politiche non
andrà oltre il 10%.
Stai parlando della Sicilia, tienine conto.
--
"Oggi la scienza ha scoperto come asportare il cuore di un uomo [...].
E la propaganda è riuscita in più occasioni ad asportare la mente di
intere nazioni." (Brian Fawcett, Cambogia)
edevils
2012-10-30 08:29:41 UTC
Permalink
On Sat, 27 Oct 2012 22:20:53 +0200 (CEST), lefthand
Post by lefthand
Post by Namib
Nihil sub sole novi. Grillo all'8,5%, btw. Alla fine, alle
politiche non
Post by lefthand
Post by Namib
andrà oltre il 10%.
Stai parlando della Sicilia, tienine conto.
Peraltro M5s è andato ben oltre il 10 in Sicily, grazie all Grillo
salterino e ammiccante. Mentre SEL e IDV... non pervenuti, mi pare!
Non solo. Ora i commentatori e i politici cominciano a sdoganare il
Grillo, come successe con la Lega, di cuu si giustificarono le
battutacce a confronto con lo sfascio generale. Quei voti servono...
Come la Lega, Grillo promette di stare dentro e fuori le
istituzioni... cioè stare dentro ma per rappresentare i cittadini.
Vedremo.
Spero sinceramente di sbagliarmi ma non credo che i ragazzi signori
Nessuno dalla faccia pulita usati come marionette dal duo del blog
riusciranno a cambiare molto a Palermo o altrove.
D'altra parte, difficile far peggio di quanto visto finora, e il 50 e
passa percento di astensione parla chiaro sulla sfiducia nella
politica persino più del 15 o giù di lì di Grillo.

Comunque resta ambiguo il ruolo del Gran Capo Grillo, un po' come
Berlu per il PDL... Dettano sempre loro la linea, attraverso le loro
esternazioni? Si candideranno a premier? Avranno l'ultima parola
sulle candidature?
edevils
2012-10-30 11:16:32 UTC
Permalink
Ma ecco i risultati in sintesi dall'ANSA

CROCETTA PRESIDENTE COL 30,5% DEI VOTI M5S PRIMO PARTITO, BOOM ASTENSIONE
Al voto solo il 47,4% degli elettori. Vince candidato di Pd e Udc. Bersani:
risultato storico. Musumeci (Pdl, Pid e La destra) al 25,7%. Cancellieri
(M5S) al 18,2%, Micciché 15,4%

In Sicilia prevale per un soffio Rosario Crocetta, crolla di 20 punti il
Pdl, che sosteneva Nello Musumeci, e vincono due partiti: quello del non
voto e quello di Grillo. Per Palazzo d'Orleans il candidato di Pd e Udc
passa però con il 30,5% e quindi senza una maggioranza certa a Palazzo dei
Normanni che gli consenta di fare subito il governo.

Ma se la vittoria del candidato dell'alleanza-laboratorio tra democratici e
cetristi non è completa, è il quadro politico ad uscire fortemente segnato
dal boom grillino e dell'astensionismo. Come andrà a finire la partita
Crocetta lo si vedrà nei prossimi giorni: un'alleanza con Micciché, vero
arbitro data l'indisponibilità di Grillo ad alleanze, appare l'unica
praticabile, ma l'interessato è pronto anche a tornare alle urne ("Se
qualcuno mi dovesse fermare allora si va al voto e sono convinto che questa
voltà sarò eletto con il 60% dei consensi"). Si tratta in ogni caso, come
dice Bersani, di "risultati storici".

E lo è davvero se si pensa al cappotto 61 a 0 che subì il centrosinistra nel
2001, ma anche al tratto anti-mafia che rivendica il nuovo governatore: "Si
è rotto un muro di gomma, per la prima volta è stato eletto un candidato che
ha scelto come valore fondante la lotta alla mafia". I grandi sconfitti sono
i partiti tradizionali.

...snip...

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2012/10/25/Sicilia-rush-finale-avvelenato-voto-sospetti_7692478.html
tonto
2012-10-30 20:58:18 UTC
Permalink
Post by edevils
Peraltro M5s è andato ben oltre il 10 in Sicily, grazie all Grillo
salterino e ammiccante. Mentre SEL e IDV... non pervenuti, mi pare!
La sinistra continua a sparire: credo sia un effetto della personalizzazione
della politica.
Che senso ha parlare di uguaglianza in un ambiente politico dominato da
primedonne?
Post by edevils
Non solo. Ora i commentatori e i politici cominciano a sdoganare il
Grillo, come successe con la Lega, di cuu si giustificarono le battutacce
a confronto con lo sfascio generale. Quei voti servono...
Come la Lega, Grillo promette di stare dentro e fuori le istituzioni...
cioè stare dentro ma per rappresentare i cittadini.
Vedremo.
Grillo potrebbe diventare la Lega della sinistra con un'ideologia ancora più
astratta e personalizzabile di quella lumbard...
La deriva è quella: creare personaggi senza un copione.
Post by edevils
Spero sinceramente di sbagliarmi ma non credo che i ragazzi signori
Nessuno dalla faccia pulita usati come marionette dal duo del blog
riusciranno a cambiare molto a Palermo o altrove.
D'altra parte, difficile far peggio di quanto visto finora, e il 50 e
passa percento di astensione parla chiaro sulla sfiducia nella politica
persino più del 15 o giù di lì di Grillo.
Il fallimento dei partiti come cinghia di trasmissione del volere popolare
rischia di diventare il fallimento della democrazia.
Non si ragiona più in base a problemi e soluzioni ma per contese tra uomini
della provvidenza.
Del resto non è che la politica europea lasci molto spazio alla fantasia e
alla volontà popolare.
Post by edevils
Comunque resta ambiguo il ruolo del Gran Capo Grillo, un po' come Berlu
per il PDL... Dettano sempre loro la linea, attraverso le loro
esternazioni? Si candideranno a premier? Avranno l'ultima parola sulle
candidature?
Il loro segreto sta nell'atteggiamento aggressivo nei confronti dei mass
media cioè di un altro potere che potrebbe condizionarli.
Comunque ciò che sarà Grillo in futuro per me non lo sa nemmeno Grillo.
edevils
2012-10-30 22:34:49 UTC
Permalink
"tonto" <***@tonto.it> ha scritto nel messaggio news:k6pf1d$86m$***@nnrp-beta.newsland.it...
...
Post by tonto
Il loro segreto sta nell'atteggiamento aggressivo nei confronti dei mass
media cioè di un altro potere che potrebbe condizionarli.
A questo proposito


http://www.newnotizie.it/2012/10/m5s-istruzioni-per-luso-il-prontuario-di-grillo-ai-giornalisti/
...snip..
è arrivato nelle redazioni di tutti i giornali un 'vademecum' che spiega le
parole da utilizzare per qualificare il Movimento.
La circolare, inviata dall'ufficio stampa della Lista civica 5 Stelle
Milano, tratteggia indicazioni lessicali dai tratti talvolta inquietanti:
dunque, l'M5S diventa "forza politica" e Grillo non ne è il leader bensì il
"megafono"; gli eletti devono essere indicati come "portavoce" del
Movimento, e guai a indicare gli adepti del comico genovese come "grillini":
termine scorretto e offensivo, "riduttivo e verticistico".
Un passaggio del comunicato illustra il quid della questione: «Alla luce
dell'enorme cambiamento proposto dal Movimento 5 stelle è necessario che il
vocabolario di riferimento usato dai media sia coerente e corretto. Per
questa ragione è indispensabile che tutti voi giornalisti, redattori,
caporedattori e direttori poniate la massima attenzione ad evitare parole
che non appartengono alla realtà del movimento».
...snip...
tonto
2012-10-31 00:48:05 UTC
Permalink
Post by edevils
Un passaggio del comunicato illustra il quid della questione: «Alla luce
dell'enorme cambiamento proposto dal Movimento 5 stelle è necessario che
il vocabolario di riferimento usato dai media sia coerente e corretto. Per
questa ragione è indispensabile che tutti voi giornalisti, redattori,
caporedattori e direttori poniate la massima attenzione ad evitare parole
che non appartengono alla realtà del movimento».
...snip...
Se no cosa fa?
Gli fa causa?

L'"enorme cambiamento proposto dal M5S" comincia a ricordare la "rivoluzione
fascista": nessun cambiamento dei rapporti di forza tra le classi ma una
nuova gerarchia tra i poteri.
Per fare un passo del genere non basta il 18% del 47% (che di fatto è meno
del 9%) dei consensi quindi è tutta fuffa.

Credo che stiano per fare la loro prima alleanza ed abbiano bisogno di
alzare i toni per non deludere nessuno.
Sopratutto nell'estrema destra.

Certo il tempo che si frappone tra le elezioni siciliane e quelle nazionali
è un bel problema.

Stasera Crozza diceva che i parlamentari sono arrivati alla pensione:
elezioni anticipate?

-------

Certo che la politica italiana fa veramente schifo...
edevils
2012-10-31 09:50:02 UTC
Permalink
Post by tonto
Post by edevils
Un passaggio del comunicato illustra il quid della questione: «Alla luce
dell'enorme cambiamento proposto dal Movimento 5 stelle è necessario che
il vocabolario di riferimento usato dai media sia coerente e corretto.
Per questa ragione è indispensabile che tutti voi giornalisti, redattori,
caporedattori e direttori poniate la massima attenzione ad evitare parole
che non appartengono alla realtà del movimento».
...snip...
Se no cosa fa?
Gli fa causa?
No, ma lo additerà come nemico del popolo della Rete ;)
Post by tonto
L'"enorme cambiamento proposto dal M5S" comincia a ricordare la
"rivoluzione fascista": nessun cambiamento dei rapporti di forza tra le
classi ma una nuova gerarchia tra i poteri.
Per fare un passo del genere non basta il 18% del 47% (che di fatto è meno
del 9%) dei consensi quindi è tutta fuffa.
Credo che stiano per fare la loro prima alleanza ed abbiano bisogno di
alzare i toni per non deludere nessuno.
Sopratutto nell'estrema destra.
Fare alleanze formali sarebbe per loro un suicidio prematuro.
Post by tonto
Certo il tempo che si frappone tra le elezioni siciliane e quelle
nazionali è un bel problema.
elezioni anticipate?
Anticipare di un mese o due sarebbe una stramberia che spero ci sarà
risparmiata.

Una cosa che invidio agli Stati Uniti è che in due secoli di democrazia le
elezioni si sono sempre (AFAIK) svolte ogni quattro anni, il primo martedì
successivo al primo lunedì del mese di novembre!
Questo vuol dire che c'è un tempo per governare, e un tempo per fare
campagna elettorale.
In Italia invece si vota sempre, o comunque si potrebbe sembre votare da un
momento all'altro, e siamo sempre in campagna elettorale, di fatto.
Post by tonto
Certo che la politica italiana fa veramente schifo...
La politica italiana esprime la società italiana, non viene da Marte o dalla
Luna.
edevils
2012-10-31 09:57:51 UTC
Permalink
"edevils" <***@devils.com> ha scritto

...
Post by edevils
elezioni si sono sempre (AFAIK) svolte ogni quattro anni, il primo
martedì successivo al primo lunedì del mese di novembre!
O, per dirla più semplice, il giorno dopo il primo lunedì di novembre :).
tonto
2012-10-31 11:26:06 UTC
Permalink
Post by edevils
No, ma lo additerà come nemico del popolo della Rete ;)
Perdindirindina!
Post by edevils
Fare alleanze formali sarebbe per loro un suicidio prematuro.
Esattamente, ma qualcosa lo devono fare.
O meglio, il PD deve per forza allearsi con qualcuno...
Post by edevils
Anticipare di un mese o due sarebbe una stramberia che spero ci sarà
risparmiata.
Guardala dal punto buono: renderebbe possibile l'"Election Day" in
Lombardia.
Quindi conviene sia al PD (per i motivi già detti) sia al PdL che non si
presenterebbe già perdente e alla disperata ricerca di alleanze.
Via il dente via il dolore.
Poi tutti potrebbero prendere un po' di distanze da Monti.
E qui sai le risate?
Post by edevils
Una cosa che invidio agli Stati Uniti è che in due secoli di democrazia le
elezioni si sono sempre (AFAIK) svolte ogni quattro anni, il primo
martedì successivo al primo lunedì del mese di novembre!
Questo vuol dire che c'è un tempo per governare, e un tempo per fare
campagna elettorale.
In Italia invece si vota sempre, o comunque si potrebbe sembre votare da
un momento all'altro, e siamo sempre in campagna elettorale, di fatto.
Però, tra primarie ed elezioni, la loro campagna dura due anni.
Post by edevils
La politica italiana esprime la società italiana, non viene da Marte o
dalla Luna.
Non riesco a sentirmi responsabile di questo schifo.
edevils
2012-10-31 13:53:57 UTC
Permalink
Post by tonto
Post by edevils
La politica italiana esprime la società italiana, non viene da Marte o
dalla Luna.
Non riesco a sentirmi responsabile di questo schifo.
Mah. In un Paese come il nostro, dove i ristoranti si travestono da
associazioni culturali per pagare meno tasse, 4.000 mila calabro-lombardi
sono pronti a votare chi li paga 50 eurI, e il parco pubblico diventa
discarica dei rifiuti perché della "cosa pubblica" non importa niente a
nessuno..., direi che tutto sommato abbiamo i politici che ci meritiamo.
In qualche caso i politici sono persino più sensati della popolazione,
pronta a ondeggiare tra facili entusiasmi e altrettanto facili e
sconsiderate repulse, per esempio vedi alla voce Euro e Europa.
tonto
2012-11-01 11:11:42 UTC
Permalink
Post by edevils
Mah. In un Paese come il nostro, dove i ristoranti si travestono da
associazioni culturali per pagare meno tasse, 4.000 mila calabro-lombardi
sono pronti a votare chi li paga 50 eurI, e il parco pubblico diventa
discarica dei rifiuti perché della "cosa pubblica" non importa niente a
nessuno..., direi che tutto sommato abbiamo i politici che ci meritiamo.
In qualche caso i politici sono persino più sensati della popolazione,
pronta a ondeggiare tra facili entusiasmi e altrettanto facili e
sconsiderate repulse, per esempio vedi alla voce Euro e Europa.
Il problema dell'Europa è che ha proposto medicine peggiori del male.
Ad esempio ha proposto flessibilità in uscita in un paese che non ha
ammortizzatori sociali o rigore nei conti in un paese coi ladri al potere.
Ciechi e guide di ciechi.
In Grecia le forbici sono finite in mano agli autori del disastro.
E' demenziale!

Sono riusciti a peggiorare le cose e al tempo stesso a dimostrare di non
capirci un cazzo...

Anch'io ai tempi di Papi mi auguravo un intervento dell'UE o di chiunque
fosse meno pirla di lui.
Non mi sarei certo aspettato che una professoressa universitaria non
conoscesse l'esistenza dei prepensionamenti e mettesse in mezzo alla strada
migliaia di persone.
O che si interpretasse la disoccupazione come un problema di giovani un po'
schizzinosi.

Obiettivamente, seguendo l'Europa, siamo finiti dalla padella alla brace.
edevils
2012-11-01 09:02:09 UTC
Permalink
Post by tonto
No, ma lo additer come nemico del popolo della Rete ;)
Perdindirindina!
E guai a parlare a Ballarò senza il permesso del Capo! Si rischia la
scomunica via blog.
tonto
2012-11-01 11:10:20 UTC
Permalink
Post by edevils
E guai a parlare a Ballarò senza il permesso del Capo! Si rischia la
scomunica via blog.
Dettare condizioni ai giornalisti è ridicolo ma chiedere a chi si fa
eleggere da un partito di obbedire alle sue regole non lo è.

I talk show sono il regno della personalizzazione della politica a scapito
degli argomenti e dei programmi, non a caso Ballarò ha creato personaggi
come la Polverini.
Una che sceglie di andare a farsi interrompere o parlare sopra vuol dire che
condivide quell'idea di politica e non quella del M5S.

Se Grillo ha costruito il suo movimento sul rifiuto della politica
televisiva ha il diritto ed il dovere di sbattere fuori chi usa la sua
carica per andare in televisione.

Sarebbe come se uno di Sel o di rifondazione partecipasse ad una festa di
Casapound facendosi pagare e senza chiedere niente al partito: fuori a calci
nel culo!

Se Floris, Vespa o Santoro vogliono decidere cosa devono dire o fare i
politici possono fondare un partito e candidarsi alle elezioni.
edevils
2012-11-01 13:58:02 UTC
Permalink
Post by tonto
Dettare condizioni ai giornalisti è ridicolo ma chiedere a chi si fa
eleggere da un partito di obbedire alle sue regole non lo è.
Le regole del M5s sono nel cosiddetto "Non-statuto", giusto? Dov'è scritto
che un eletto del M5s non può parlare davanti alle telecamere? Se anche
fosse scritto, sarebbe una limitazione della libertà di parola di un libero
cittadino nonché consigliere eletto dal popolo. Inaccettabile.
Oppure intendi "sue regole" quelle dettate dal Gran Capo Grillo tramite
esternazioni e scomuniche via blog?
Post by tonto
I talk show sono il regno della personalizzazione della politica a
scapito degli argomenti e dei programmi, non a caso Ballarò ha creato
personaggi come la Polverini.
Una che sceglie di andare a farsi interrompere o parlare sopra vuol dire
che condivide quell'idea di politica e non quella del M5S.
I talk show possono non piacermi e hanno sicuramente molti difetti, ma mi
piace ancor meno uno che parla alle telecamere solo quando nessuno può
contraddirlo. Mi ricorda altri. ;)
Post by tonto
Se Grillo ha costruito il suo movimento sul rifiuto della politica
televisiva ha il diritto ed il dovere di sbattere fuori chi usa la sua
carica per andare in televisione.
Ma allora dicano chiaramente: il M5s è proprietà privata del signor Grillo,
l'unico autorizzato a decidere se e come gli altri devono apparire o non
apparire in televisione, mentre gli eletti del M5s sono solo comparse dal
volto giovane e simpatico, buoni solo finché non vogliono usare la propria
testa autonomamente. In tal caso, arriverà scomunica via blog.
Post by tonto
Sarebbe come se uno di Sel o di rifondazione partecipasse ad una festa di
Casapound facendosi pagare e senza chiedere niente al partito: fuori a
calci nel culo!
Facendosi pagare? Non ti seguo.
Ad ogni modo, spero che nessuno in SEL o Rifondazione debba chiedere il
permesso o rischiare scomuniche per il semplice esercizio della libertà di
parola, in qualsiasi contesto.

Abbiamo già visto la figuraccia di Bersani che ha preteso di dire a Renzi
con chi deve parlare e con chi no. Ma giustamente Renzi gli ha risposto
pernacchie, visto che il PD bene o male è un partito democratico, non una
caserma al servizio di un capo istrione.
Post by tonto
Se Floris, Vespa o Santoro vogliono decidere cosa devono dire o fare i
politici possono fondare un partito e candidarsi alle elezioni.
Frega nulla di Floris, né degli altri. Capisco bene perché Grillo non voglia
partecipare o far partecipare i suoi. Perché deve apparire come "estraneo"
al sistema. Grillo e Casaleggio hanno una loro strategia mediatica molto
furba ed efficace, non c'è dubbio, che finora funziona bene come risultati.
Così come funzionava bene la strategia comunicativa di Berlusconi, ai suoi
bei tempi, anche se molto diversa. Però entrambi prevedono solo la
compartecipazione di marionette, yesmen e yeswomen entusiasiti. Se qualcuno
per caso si arrischia a pensare con la propria testa e agire di conseguenza,
un po' diversamente dal copione previsto... scomunica! Ecco che la
messinscena rischia di non reggere più, svelare i limiti del "movimento",
incapace di affrontare un pubblico confronto, incapace di vera dialettica
interna al di fuori degli applausi ial Capo, incapace di tollerare il
pensiero individuale di un Favia qualsiasi o di una consigliera comunale
bolognese.

Ridicoli.
tonto
2012-11-01 17:11:05 UTC
Permalink
Post by edevils
Le regole del M5s sono nel cosiddetto "Non-statuto", giusto? Dov'è scritto
che un eletto del M5s non può parlare davanti alle telecamere? Se anche
fosse scritto, sarebbe una limitazione della libertà di parola di un
libero cittadino nonché consigliere eletto dal popolo. Inaccettabile.
Oppure intendi "sue regole" quelle dettate dal Gran Capo Grillo tramite
esternazioni e scomuniche via blog?
Se entri in un partito puoi anche cercare di cambiarlo ma prima di tutto lo
prendi per quello che è.
Come non ti scrivi alla Lega o a Forza Nuova per difendere gli immigrati non
ti iscrivi ad un partito di sinistra per difendere il liberismo e le tesi
padronali e non entri nel PdL per contrastare Berlusconi.
La coerenza è la base della democrazia: chi vota il M5S sa che non vedrà mai
il suo eletto da Vespa.
Forse sa solo quello!
Post by edevils
I talk show possono non piacermi e hanno sicuramente molti difetti, ma mi
piace ancor meno uno che parla alle telecamere solo quando nessuno può
contraddirlo. Mi ricorda altri. ;)
Il mondo è bello perchè è vario: non puoi imporre a tutti di confrontarsi
con gli imbonitori televisivi che si fanno le regole da soli.
Non è che per dimostrare di essere democratico devo andare a farmi dire "sì
vabbè" dalla Annunziata o farmi fare la predica da Vespa.
Le dive del giornalismo hanno una bella responsabilità nello schifo che è
diventata la politica.
Post by edevils
Ma allora dicano chiaramente: il M5s è proprietà privata del signor
Grillo, l'unico autorizzato a decidere se e come gli altri devono apparire
o non apparire in televisione, mentre gli eletti del M5s sono solo
comparse dal volto giovane e simpatico, buoni solo finché non vogliono
usare la propria testa autonomamente. In tal caso, arriverà scomunica via
blog.
Puoi leggerla anche all'inverso: il popolo di Grillo è quello che va agli
spettacoli e ai comizi, quello che discute in rete o la tizia che decide di
testa sua di fornire a Floris l'immagine del grillino?
Post by edevils
Facendosi pagare? Non ti seguo.
Le comparsate in televisione sono gratis?
Post by edevils
Ad ogni modo, spero che nessuno in SEL o Rifondazione debba chiedere il
permesso o rischiare scomuniche per il semplice esercizio della libertà di
parola, in qualsiasi contesto.
Sel e rifondazione sono partiti antifascisti, se un loro esponente frequenta
i nazi vuol dire che non ha idee chiare e sputtana l'organizzazione che
dovrebbe rappresentare.
Non è una questione di libertà: se scegli di rappresentare un'idea, non la
cambi dopo essere stato votato.
Se no il massimo della democrazia è Scilipoti...
Post by edevils
Abbiamo già visto la figuraccia di Bersani che ha preteso di dire a Renzi
con chi deve parlare e con chi no. Ma giustamente Renzi gli ha risposto
pernacchie, visto che il PD bene o male è un partito democratico, non una
caserma al servizio di un capo istrione.
Non gli ha vietato di incontrare i finanzieri, ha espresso un giudizio
politico sul fatto che li abbia incontrati.
E non era un giudizio da nulla, vista la quantità di gente che si trova
nella merda anche grazie agli speculatori.
E' stato uno degli interventi più politici che abbiamo visto in queste
primarie.
Magari un po' ingenuo ma piuttosto significativo.
Post by edevils
Frega nulla di Floris, né degli altri. Capisco bene perché Grillo non
voglia partecipare o far partecipare i suoi. Perché deve apparire come
"estraneo" al sistema.
Forse vuole anche esserlo.
O meglio rimanerlo...

Ricordo come una delle immagini più spiazzanti della mia infanzia sia stata
una foto di Berlinguer che si faceva mettere la cipria prima di un programma
televisivo.
Secondo te sono all'antica o preferisco chi mostra la sua faccia per quella
che è?
Post by edevils
Grillo e Casaleggio hanno una loro strategia mediatica molto furba ed
efficace,<cut>
Ridicoli.
Evidentemente no, non ti pare?
edevils
2012-11-01 18:34:57 UTC
Permalink
Post by tonto
Se entri in un partito
Hai detto "partito". Anatema! Il M5s deve essere chiamato "forza politica"
:DDD
Post by tonto
puoi anche cercare di cambiarlo ma prima di tutto lo prendi per quello che
è.
Ma non mi pare che Favia o la Federica Salsi siano arrivati dicendo che era
tutto sbagliato e tutto da rifare (a parte che sarebbe legittimo anche
quello, vedi Renzi nel PD).
Al contrario. Semplicemente hanno "pensato differentemente" su alcuni
punti, per quanto importanti.
Post by tonto
Come non ti scrivi alla Lega o a Forza Nuova per difendere gli immigrati
non ti iscrivi ad un partito di sinistra per difendere il liberismo e le
tesi padronali e non entri nel PdL per contrastare Berlusconi.
Non "entri per", d'accordo. Ma puoi benissimo essere leghista e non essere
nemico degli immigrati (perché magari ce l'hai solo con "Roma ladrona"),
oppure essere di "sinistra" ma liberista, oppure essere nel PdL ma
scaricare Berlusconi che pare "cotto" (praticamente quello che sta facendo
Alfano seguito dalla maggioranza dei notabili!).

Insomm, sono forze politiche, non sette religiose!
Post by tonto
La coerenza è la base della democrazia: chi vota il M5S sa che non vedrà
mai il suo eletto da Vespa.
Forse sa solo quello!
Ricordo di aver visto interviste a Grillo all'interno di alcuni talkshow e
programmi televisivi.
Dunque c'è chi è più uguale degli altri?
Post by tonto
Il mondo è bello perchè è vario: non puoi imporre a tutti di confrontarsi
con gli imbonitori televisivi che si fanno le regole da soli.
Io non voglio imporre nulla, ma diffido di chi sfugge al confronto e accetta
di parlare solo quando è senza contraddittorio.
Post by tonto
Non è che per dimostrare di essere democratico devo andare a farmi dire
"sì vabbè" dalla Annunziata o farmi fare la predica da Vespa.
Le dive del giornalismo hanno una bella responsabilità nello schifo che è
diventata la politica.
Ci sono tanti modi per confrontarsi anche senza "dive del giornalismo".
Grillo li evita tutti.
Fa parte della sua strategia comunicativa.
Post by tonto
Puoi leggerla anche all'inverso: il popolo di Grillo è quello che va agli
spettacoli e ai comizi, quello che discute in rete o la tizia che decide
di testa sua di fornire a Floris l'immagine del grillino?
"Il popolo di Grillo"?!? Ma come!!!!! Il M5s è una "forza politica" di
"attivisti", mica di "grillini", e Beppe è solo il "portavoce" mica il
capopopolo.
Informati! ;))))
Post by tonto
Post by edevils
Facendosi pagare? Non ti seguo.
Le comparsate in televisione sono gratis?
Sì, che io sappia.
Post by tonto
Sel e rifondazione sono partiti antifascisti, se un loro esponente
frequenta i nazi
"Frequentare" è una cosa. "Discutere con" è un'altra.
Per esempio, Vendola andò a discutere in un dibattito ad Atreju, la "festa
politica" dei ragazzi di destra, quelli della Meloni.
Post by tonto
vuol dire che non ha idee chiare e sputtana l'organizzazione che dovrebbe
rappresentare.
Non è una questione di libertà: se scegli di rappresentare un'idea, non la
cambi dopo essere stato votato.
Se no il massimo della democrazia è Scilipoti...
Scilipoti ha cambiato gruppo parlamentare. Favia e quest'altra hanno
dissentito ma sono rimasti al loro posto a prendere legnate dal Guru e dai
suoi adepti, mi pare.
Post by tonto
Non gli ha vietato di incontrare i finanzieri, ha espresso un giudizio
politico sul fatto che li abbia incontrati.
Più che dirgli che incontra "banditi"!
Comunque sì, il PD è una forza democratica, pur con tutti i suoi limiti, non
una setta dove chi discosta dal pensiero unico rischia il linciaggio non
appena il capo fa segno di non gradire.
Post by tonto
E non era un giudizio da nulla, vista la quantità di gente che si trova
nella merda anche grazie agli speculatori.
E' stato uno degli interventi più politici che abbiamo visto in queste
primarie.
Questa degli "speculatori" causa di tutti i mali del nostro Paese, tra
parentesi, pare una di quelle favole che si raccontavano ai bambini per
farli andare a dormire.
Capirei altri Paesi che sono stati inguaiati soprattutto dal crac delle
banche.
Ma Italia il si è inguaiata da sola, il debito pubblico mostruoso ce lo
siamo creati da soli, e gli investitori oggi non fanno che trarre le
conclusioni: tu presteresti i tuoi soldi alla Grecia? Oppure li presteresti
ma solo a fronte di interessi alti?
Post by tonto
Magari un po' ingenuo ma piuttosto significativo.
Piuttosto ipocrita e propagandistica, l'uscita di Bersani, che sa benissimo
che rapporti con finanzieri e company li ha avuti, li ha, e li avrà, sia
come uomo di partito, sia nei ruoli di governo.

Il punto è se i rapporti sono trasperenti oppure no.
Non mi risulta che Renzi abbia chiesto o fatto favori a finanzieri,
banchieri, o altri.
Post by tonto
Post by edevils
Frega nulla di Floris, né degli altri. Capisco bene perché Grillo non
voglia partecipare o far partecipare i suoi. Perché deve apparire come
"estraneo" al sistema.
Forse vuole anche esserlo.
O meglio rimanerlo...
O, meglio, farlo vedere.
Post by tonto
Ricordo come una delle immagini più spiazzanti della mia infanzia sia
stata una foto di Berlinguer che si faceva mettere la cipria prima di un
programma televisivo.
Secondo te sono all'antica o preferisco chi mostra la sua faccia per
quella che è?
Mi pare che dai molta importanza alle apparenze. Così come molti italiani,
del resto. Gli uomini di spettacolo, in Italia, hanno sempre avuto
successo.
tonto
2012-11-01 21:04:06 UTC
Permalink
Post by edevils
Ma non mi pare che Favia o la Federica Salsi siano arrivati dicendo che
era tutto sbagliato e tutto da rifare (a parte che sarebbe legittimo
anche quello, vedi Renzi nel PD).
Al contrario. Semplicemente hanno "pensato differentemente" su alcuni
punti, per quanto importanti.
Forse hanno scelto il partito sbagliato...
Post by edevils
Non "entri per", d'accordo. Ma puoi benissimo essere leghista e non essere
nemico degli immigrati (perché magari ce l'hai solo con "Roma ladrona"),
oppure essere di "sinistra" ma liberista, oppure essere nel PdL ma
scaricare Berlusconi che pare "cotto" (praticamente quello che sta facendo
Alfano seguito dalla maggioranza dei notabili!).
Bella gente: entrano nel partito azienda leccando il culo al capo e quando
questo è in piena decadenza lo prendono a calci in faccia!
Effettivamente, a modo loro, sono coerenti...
Un po' come Fini che trova un nuovo duce e poi lo accusa di non essere
democratico!

In ogni caso se "entri" in un partito prendi una posizione, se lo voti
solamente sono affari tuoi.
La posizione del partito non la chiedo al tizio al bar che una volta lo ha
votato ma la prossima non lo sa.
La chiedo a chi ha preso i voti esprimendo delle idee nella maniera più
chiara possibile e da cui esigo coerenza.
Quindi se voto un partito che sputa sui talk show mi aspetto che i suoi
esponenti non ci vadano.

Sono strano?
Post by edevils
Insomm, sono forze politiche, non sette religiose!
Infatti non è una questione di coscienza ma di immagine pubblica.
Ciò che comunichi dovrebbe essere ciò che fai, non ciò che funziona meglio o
che ti piace in quel momento.
Insomma dovrebbe esserci una differenza visibile tra un partito ed un'altro
e questa dovrebbe rimanere anche dopo le elezioni.
Post by edevils
Ricordo di aver visto interviste a Grillo all'interno di alcuni talkshow e
programmi televisivi.
Dunque c'è chi è più uguale degli altri?
Il capo è il capo!
O tieni unito il partito intorno ad un'ideologia o lo raccogli intorno ad un
capo.
Il M5S è un'ellisse: un centro è il cittadino, l'altro è Beppe...
Post by edevils
Io non voglio imporre nulla, ma diffido di chi sfugge al confronto e
accetta di parlare solo quando è senza contraddittorio.
Neanch'io lo voto ma condivido la diffidenza verso quel tipo di
contraddittorio.
Insomma tu diffidi di Grillo, io di Floris: la differenza tra i due è che
uno si mette in gioco, l'altro dovrebbe essere super partes.
Post by edevils
Ci sono tanti modi per confrontarsi anche senza "dive del giornalismo".
Grillo li evita tutti.
Fa parte della sua strategia comunicativa.
Ma non hai detto che ha fatto delle interviste?
I giornalisti non raccontano fatti ma creano delle storie: Grillo si sceglie
quelle che gli fanno fare bella figura...
Secondo me ha fatto benissimo a disertare i talk show e farebbero bene a
farlo anche altri.
Guarda cosa è successo a rifondazione quando si è liberata di Bertinotti...
Post by edevils
"Il popolo di Grillo"?!? Ma come!!!!! Il M5s è una "forza politica" di
"attivisti", mica di "grillini", e Beppe è solo il "portavoce" mica il
capopopolo.
Informati! ;))))
Il M5S è un partito di destra che pesca voti a sinistra e, dalle mie parti,
siede dalla stessa parte di Lega e PdL.
Mi faccia pure causa, se vuole....
Post by edevils
Sì, che io sappia.
Non ci sono mai stato ma ho sentito dire che ti danno un gettone...
Post by edevils
"Frequentare" è una cosa. "Discutere con" è un'altra.
Per esempio, Vendola andò a discutere in un dibattito ad Atreju, la "festa
politica" dei ragazzi di destra, quelli della Meloni.
Non che faccia molta differenza ma lui è un segretario e loro non sono
proprio fascisti...
Non ha preso un'iniziativa personale incompatibile con le posizioni del suo
partito...
Comunque poteva risparmiarselo.
Post by edevils
Scilipoti ha cambiato gruppo parlamentare. Favia e quest'altra hanno
dissentito ma sono rimasti al loro posto a prendere legnate dal Guru e dai
suoi adepti, mi pare.
Non li ha neanche sbattuti fuori?
Gli ha fatto solo la predica?
Post by edevils
Comunque sì, il PD è una forza democratica, pur con tutti i suoi limiti,
non una setta dove chi discosta dal pensiero unico rischia il linciaggio
non appena il capo fa segno di non gradire.
D sta appunto per democratico...
Non è mica obbligatorio essere democratici in democrazia.
Post by edevils
Questa degli "speculatori" causa di tutti i mali del nostro Paese, tra
parentesi, pare una di quelle favole che si raccontavano ai bambini per
farli andare a dormire.
Capirei altri Paesi che sono stati inguaiati soprattutto dal crac delle
banche.
Ma Italia il si è inguaiata da sola, il debito pubblico mostruoso ce lo
siamo creati da soli, e gli investitori oggi non fanno che trarre le
conclusioni: tu presteresti i tuoi soldi alla Grecia? Oppure li
presteresti ma solo a fronte di interessi alti?
Con chi è indebitata l'Italia e come mai adesso è un problema?
Post by edevils
Piuttosto ipocrita e propagandistica, l'uscita di Bersani, che sa
benissimo che rapporti con finanzieri e company li ha avuti, li ha, e li
avrà, sia come uomo di partito, sia nei ruoli di governo.
Il punto è se i rapporti sono trasperenti oppure no.
Non mi risulta che Renzi abbia chiesto o fatto favori a finanzieri,
banchieri, o altri.
No, il punto è se viene prima la politica o la finanza e sopratutto quale
delle due debba guidare l'altra.
Mi pare che l'abbia capita anche Renzi l'importanza di questo punto.

Nel caso non te ne fossi accorto, in questo momento non ci sono politici al
governo.
Post by edevils
O, meglio, farlo vedere.
Questo non possiamo saperlo: chi lo vota gli crede, chi non gli crede non lo
vota...
Post by edevils
Mi pare che dai molta importanza alle apparenze. Così come molti italiani,
del resto. Gli uomini di spettacolo, in Italia, hanno sempre avuto
successo.
Uno che si mette la cipria per andare in televisione da più importanza al
suo aspetto che a ciò che deve dire oppure lo fa perchè lo fanno tutti, che
è anche peggio.
Lo so, sono cretinate, oggi non mi farebbe la stessa impressione ma forse
dovrebbe.
Forse sono cresciuto o forse sono invecchiato e non so più distinguere un
attore da un leader.
A quei tempi un politico non doveva piacere ma rappresentare dei soggetti
collettivi, categorie, classi, culture, modi di pensare.
Non doveva sedurre la folla ma rappresentare un'idea eppure già allora non
era più così.
edevils
2012-11-02 08:03:13 UTC
Permalink
Post by tonto
Quindi se voto un partito che sputa sui talk show mi aspetto che i suoi
esponenti non ci vadano.
Ieri sera da Santoro, Grillo intervistato a lungo dall'inviato
durante la campagna di Sicilia, oltre ai comizi naturalmente. Con
Santoro e Travaglio a fare le cheerleader da studii. Insomma i
talkshow vanno benissimo a Grillo, ma solo se sono GrilloShow.

In rassegna stampa radicale ho ascoltato una bella intervista di
Mattia Feltri a Freccero, che dà ragione a Grillo e Casaleggio...
definendo geniale la loro strategia di comunicazione, ma spiegando
che è il loro modo di manipolarti. Geniale manipolazione, in cui non
può rientrare la povera consigliera bolognese.

Se piace questa minestra, auguri!

A me fanno un po' rabbia sia i talkshow salotti autoreferenziali, sia
i one man show senza contradditorio con folle plaudenti e conduttori
compiacenti.

A proposito di populisti barricaderi e partiti personali... Ora pare
che Di Pietro stia per saltare. Come diceva Nenni, quando fai
l'epuratore c'è sempre qualcuno più puro di te che ti epura.
tonto
2012-11-02 11:04:30 UTC
Permalink
Ieri sera da Santoro, Grillo intervistato a lungo dall'inviato durante la
campagna di Sicilia, oltre ai comizi naturalmente. Con Santoro e Travaglio
a fare le cheerleader da studii. Insomma i talkshow vanno benissimo a
Grillo, ma solo se sono GrilloShow.
E nemmeno in diretta, mi pare di capire...
In rassegna stampa radicale ho ascoltato una bella intervista di Mattia
Feltri a Freccero, che dà ragione a Grillo e Casaleggio... definendo
geniale la loro strategia di comunicazione, ma spiegando che è il loro
modo di manipolarti. Geniale manipolazione, in cui non può rientrare la
povera consigliera bolognese.
Perchè povera?
Non glielo ha mica ordinato il dottore di candidarsi in un partito che ruota
intorno ad una primadonna.
Il ragazzetto sbarbato senza esperienza fa la comparsa, non il protagonista.
Non è che siccome è una donna può fare quello che vuole.
Se piace questa minestra, auguri!
Appunto, sono scelte...
Se vai a vedere uno spettacolo non vuoi che un imprevisto faccia vincere il
cattivo.
Il teatro ed il cinema non sono eventi interattivi, i videogiochi e la
democrazia sì.
Nei primi è essenziale la trama ma anche nei secondi ci sono delle regole.

Il M5S è un One Man Show dove il pubblico paga per vedere Grillo, non il
tecnico delle luci che sale sul palco a dire la sua.
A me fanno un po' rabbia sia i talkshow salotti autoreferenziali, sia i
one man show senza contradditorio con folle plaudenti e conduttori
compiacenti.
Ci dobbiamo abituare perchè la politica non è più un bar in cui può entrare
chiunque ma un circolo chiuso dove entra solo un numero ristretto di divi.

Detto questo non conosco ambienti dove l'ultimo arrivato prende l'iniziativa
di partecipare ad una trasmissione nazionale senza essere delegato da
nessuno.
Cosa credi, che un consigliere comunale del PD possa andare in televisione
a raccontare cosa pensa dei napoletani o dei vertici del partito o cosa
farebbe al posto di Monti o di Bersani?
Ti risulta che Floris faccia rappresentare il PD da un consigliere comunale?
A proposito di populisti barricaderi e partiti personali... Ora pare che
Di Pietro stia per saltare. Come diceva Nenni, quando fai l'epuratore c'è
sempre qualcuno più puro di te che ti epura.
Non c'è bisogno di scomodare Robespierre per scoprire che i santi laici
quando inciampano si fanno male.
Anche lì, però, parliamo di un partito personalizzato il cui messaggio è
"sono tutti ladri tranne me".
Mi dispiace perchè Tonino diceva anche cose condivisibili e prendeva le
parti dei lavoratori.
Forse ci vorrebbe un partito fatto dai lavoratori per i lavoratori ma questo
verrà tra qualche secolo, per adesso siamo fermi ai santi protettori.

----------
Ps: forse sul PD mi sbagliavo...
http://www.repubblica.it/politica/2012/11/02/news/assessore_insulta_vendola-45761009/?ref=HREC1-4
L'ultimo dei peones può veramente intervenire alla cazzo in un dibattito
nazionale.
(da ipi)

Sui giornalisti un po' meno...
http://www.repubblica.it/politica/2012/09/19/news/dareste_un_bimbo_a_nichi_e_in_rete_subito_scontro-42867293/
edevils
2012-11-02 13:20:06 UTC
Permalink
Post by tonto
Ieri sera da Santoro, Grillo intervistato a lungo dall'inviato durante la
campagna di Sicilia, oltre ai comizi naturalmente. Con Santoro e
Travaglio a fare le cheerleader da studii. Insomma i talkshow vanno
benissimo a Grillo, ma solo se sono GrilloShow.
E nemmeno in diretta, mi pare di capire...
Esatto. La prima mezz'ora o giù di lì di Santoro è stata il "best of" della
campagna siciliana di Grillo, con comizi a go-go, discorsi della montagna a
folle estasiate, interviste volanti del giovane inviato santorino che
seguiva Grillo, apolegetiche immagini della traversata a nuoto dello Stretto
e dell'ascesa dell'Etna, e Santoro in studio a tessere le lodi del nuovo
lider maximo e sulla inadeguatezza di tutti gli altri (di Vendola assolto
neanche una parola, mi pare, se non per Vincino alla fine).

...
Post by tonto
modo di manipolarti. Geniale manipolazione, in cui non può rientrare la
povera consigliera bolognese.
Perchè povera?
Non glielo ha mica ordinato il dottore di candidarsi in un partito che
ruota intorno ad una primadonna.
Il ragazzetto sbarbato senza esperienza fa la comparsa, non il
protagonista.
Non è che siccome è una donna può fare quello che vuole.
Magari aveva creduto a quanto ripete il Beppe: non sto qui per me, ma per
dare a voi "cittadini qualsiasi" la possibilità di fare politica. Ma non
aveva capito che i "cittadini qualsiasi" devono restare "qualsiasi" e non
disturbare il manovratore, mentre a dirigere il gran balletto è uno solo
(anzi due o tre, se includiamo i compari Casaleggio e Travaglio).
Post by tonto
Se piace questa minestra, auguri!
Appunto, sono scelte...
Capisco... Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso!
Ma a lungo andare le contraddizioni vengono al pettine. Se dici che stai lì
solo per portare i cittadini finalmente nelle istituzioni, poi non puoi
mettere la clausola che non possono esprimersi liberamente come ritengono
opportuno... perché non rientra nel tuo grande piano di manipolazione
dell'opinione pubblica.
Post by tonto
Se vai a vedere uno spettacolo non vuoi che un imprevisto faccia vincere
il cattivo.
Io però non vorrei "vedere uno spettacolo"!
Post by tonto
Il teatro ed il cinema non sono eventi interattivi, i videogiochi e la
democrazia sì.
Nei primi è essenziale la trama ma anche nei secondi ci sono delle regole.
Il M5S è un One Man Show dove il pubblico paga per vedere Grillo, non il
tecnico delle luci che sale sul palco a dire la sua.
Ah, beh... spiegalo sul blog beppegrillo.it e vediamo se ne esci vivo ;)
Post by tonto
Ci dobbiamo abituare perchè la politica non è più un bar in cui può
entrare chiunque ma un circolo chiuso dove entra solo un numero ristretto
di divi.
Detto questo non conosco ambienti dove l'ultimo arrivato prende
l'iniziativa di partecipare ad una trasmissione nazionale senza essere
delegato da nessuno.
A dire il vero, la consigliera comunale è stata eletta dai bolognesi, e
Favia è stato eletto dagli emiliani e dai romagnoli. Sono consiglieri eletti
dal popolo, non comparse di uno spettacolo.
Nei partiti democratici si possono esprimere le proprie idee in pubblico
anche senza essere "delegati" dal Gran Capo Carismatico.
Post by tonto
Cosa credi, che un consigliere comunale del PD possa andare in
televisione a raccontare cosa pensa dei napoletani o dei vertici del
partito o cosa farebbe al posto di Monti o di Bersani?
Se ha qualcosa di interessante da dire, perché no?
Magari però sentire "cosa ne pensa dei napoletani" non è poi tanto
interessante.
Post by tonto
Ti risulta che Floris faccia rappresentare il PD da un consigliere comunale?
In una trasmissione giornalistica (che non è Tribuna politica) ognuno
"rappresenta" anzitutto sé stesso.
Poi, come già detto, non è che Grillo si sia imbavagliato a far scena muta,
come i Radicali per protesta qualche anno fa. Grillo parla e straparla
davanti alle telecamere. Ha tutti i modi per esprimersi, se vuole. Ma ora si
discute di vietare (così vorrebbero molti sul blog di Grillo) la libera
espressione in pubblico agli eletti del M5s, se non autorizzati (da chi? dal
Capo sul blog?).
Post by tonto
Non c'è bisogno di scomodare Robespierre per scoprire che i santi laici
quando inciampano si fanno male.
Anche lì, però, parliamo di un partito personalizzato il cui messaggio è
"sono tutti ladri tranne me".
Mi dispiace perchè Tonino diceva anche cose condivisibili e prendeva le
parti dei lavoratori.
Forse ci vorrebbe un partito fatto dai lavoratori per i lavoratori ma
questo verrà tra qualche secolo, per adesso siamo fermi ai santi
protettori.
Per carità., capita anche a me di essere d'accordo con alcune cose che
dicono sia Di Pietro sia Grillo, anche se non con altre. Nel merito si può
discutere di ogni questione. Nel complesso però è un approccio populistico e
personalistico.
Post by tonto
Ps: forse sul PD mi sbagliavo...
http://www.repubblica.it/politica/2012/11/02/news/assessore_insulta_vendola-45761009/?ref=HREC1-4
L'ultimo dei peones può veramente intervenire alla cazzo in un dibattito
nazionale.
(da ipi)
Vedi! :D
Post by tonto
Sui giornalisti un po' meno...
http://www.repubblica.it/politica/2012/09/19/news/dareste_un_bimbo_a_nichi_e_in_rete_subito_scontro-42867293/
Anche Berlusconi aveva una pessima idea dei giornalisti. Del resto, molti
giornalisti hanno le loro colpe, dalla compiacenza verso i potenti alla
superficialità. Però non sono validi motivi per sottrarsi alle domande di un
giornalista non compiacente verso di te. O per sottrarsi a un confronto con
altri politici di idee diverse. E non raccontatemi che il blog telematico è
un momento di confronto, perché non ho mai visto Grillo rispondere a nessun
commento, ma c'è solo Uno che si affaccia al balcone della piazza telematica
per fare proclami, e gli altri in folla che plaudono, o magari borbottano,
ma comunque fanno da rumore di fondo.
edevils
2012-11-02 16:11:50 UTC
Permalink
On Fri, 2 Nov 2012 14:20:06 +0100, "edevils"
Post by edevils
lider maximo e sulla inadeguatezza di tutti gli altri (di Vendola assolto
neanche una parola, mi pare, se non per Vincino alla fine).
Vauro, of course!
tonto
2012-11-02 17:29:24 UTC
Permalink
Post by edevils
Esatto. La prima mezz'ora o giù di lì di Santoro è stata il "best of"
della campagna siciliana di Grillo, con comizi a go-go, discorsi della
montagna a folle estasiate, interviste volanti del giovane inviato
santorino che seguiva Grillo, apolegetiche immagini della traversata a
nuoto dello Stretto e dell'ascesa dell'Etna, e Santoro in studio a tessere
le lodi del nuovo lider maximo e sulla inadeguatezza di tutti gli altri
(di Vendola assolto neanche una parola, mi pare, se non per Vincino alla
fine).
Se gli lecca il culo per benino magari si garantisce l'esclusiva!
Post by edevils
Magari aveva creduto a quanto ripete il Beppe: non sto qui per me, ma per
dare a voi "cittadini qualsiasi" la possibilità di fare politica. Ma non
aveva capito che i "cittadini qualsiasi" devono restare "qualsiasi" e non
disturbare il manovratore, mentre a dirigere il gran balletto è uno solo
(anzi due o tre, se includiamo i compari Casaleggio e Travaglio).
Da noi quando i cittadini qualsiasi smettono di essere qualsiasi o si
montano la testa o iniziano a rubare!
Quindi meglio averne uno solo, possibilmente cattivo e tutti gli altri
intruppati a fare il passo dell'oca!
La logica è quella.
Post by edevils
Capisco... Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso!
Ma a lungo andare le contraddizioni vengono al pettine. Se dici che stai
lì solo per portare i cittadini finalmente nelle istituzioni, poi non puoi
mettere la clausola che non possono esprimersi liberamente come ritengono
opportuno... perché non rientra nel tuo grande piano di manipolazione
dell'opinione pubblica.
Stai dicendo che così facendo perderà consensi?
Ottimista!
Post by edevils
Io però non vorrei "vedere uno spettacolo"!
Non sei un fan di Grillo...
Non del Grillo politico, perlomeno!
Post by edevils
Ah, beh... spiegalo sul blog beppegrillo.it e vediamo se ne esci vivo ;)
Non ci tento nemmeno, ho già abbastanza nemici così!
Post by edevils
A dire il vero, la consigliera comunale è stata eletta dai bolognesi, e
Favia è stato eletto dagli emiliani e dai romagnoli. Sono consiglieri
eletti dal popolo, non comparse di uno spettacolo.
Nei partiti democratici si possono esprimere le proprie idee in pubblico
anche senza essere "delegati" dal Gran Capo Carismatico.
Come Scilipoti...
L'onorevole risponde solo ai suoi elettori che, essendo anonimi, sono come
la voce di Dio.
Quindi fa un po' come cazzo gli pare...
Post by edevils
Magari però sentire "cosa ne pensa dei napoletani" non è poi tanto
interessante.
Più che altro esulerebbe dallo stile del PD...
Vedi che non può proprio dire tutto ciò che vuole?
Post by edevils
In una trasmissione giornalistica (che non è Tribuna politica) ognuno
"rappresenta" anzitutto sé stesso.
Se poi il consigliere comunale fa battute sull'omosessualità di Vendola non
fa un danno all'immagine del PD?
E aver invitato proprio il consigliere comunale "fuori dal coro" non è una
forzatura?
Post by edevils
Poi, come già detto, non è che Grillo si sia imbavagliato a far scena
muta, come i Radicali per protesta qualche anno fa. Grillo parla e
straparla davanti alle telecamere. Ha tutti i modi per esprimersi, se
vuole. Ma ora si discute di vietare (così vorrebbero molti sul blog di
Grillo) la libera espressione in pubblico agli eletti del M5s, se non
autorizzati (da chi? dal Capo sul blog?).
Peggio per loro: avranno imparato qualcosa di più sul loro "megafono" e
magari anche su sè stessi e sulla politica in generale.
Ad esempio che in democrazia non si votano i "nuovi e puliti" ma le idee.
Post by edevils
Per carità., capita anche a me di essere d'accordo con alcune cose che
dicono sia Di Pietro sia Grillo, anche se non con altre. Nel merito si può
discutere di ogni questione. Nel complesso però è un approccio populistico
e personalistico.
Per quello preferisco un partito fatto dai lavoratori per i lavoratori ad
ogni santo protettore.
Post by edevils
Vedi! :D
A me non sembra una grande lezione di democrazia: uno che insulta
l'omosessualità di Vendola doveva essere assessore della Lega o di Grillo.
Saranno contenti gli elettori del PD di Ferrara di aver eletto un
naziskin...
Post by edevils
Anche Berlusconi aveva una pessima idea dei giornalisti. Del resto, molti
giornalisti hanno le loro colpe, dalla compiacenza verso i potenti alla
superficialità. Però non sono validi motivi per sottrarsi alle domande di
un giornalista non compiacente verso di te. O per sottrarsi a un confronto
con altri politici di idee diverse. E non raccontatemi che il blog
telematico è un momento di confronto, perché non ho mai visto Grillo
rispondere a nessun commento, ma c'è solo Uno che si affaccia al balcone
della piazza telematica per fare proclami, e gli altri in folla che
plaudono, o magari borbottano, ma comunque fanno da rumore di fondo.
Se pensano di risolvere i problemi così...
Lo sai che quando c'era lui i treni arrivavano in orario, no?

Continua a leggere su narkive:
Loading...